Vai al contenuto principale

Notizie Fiscali

Obbligatorietà PEC scadenza comunicazione al registro delle imprese o all'albo artigiani anticipata al 30 giugno 2013.

7 Jan 2013Decreto legge 18 ottobre 2012 n. 179 "Ulteriori misure urgenti per la crescita del paese".
Legge n.221 del 17/12/2013 di conversione D.L. 179/2012

Il decreto legge 18 ottobre 2012 n. 179 "Ulteriori misure urgenti per la crescita del paese" dispone che, dal 20 ottobre 2012, le imprese individuali che si iscrivono al Registro delle Imprese debbano comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al Registro delle Imprese.
Entro il 30 giugno 2013, invece, le imprese individuali attive già iscritte alla data del 20 ottobre 2012, e le imprese individuali iscritte dopo tale data ma con domanda di iscrizione presentata prima del 20 ottobre 2012, dovranno denunciare al Registro delle imprese competente il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.
L'indirizzo di PEC che comparirà nella visura camerale, infatti, potrà essere utilizzato da qualsiasi pubblica amministrazione o professionista per fare comunicazioni e notificazioni all'imprenditore individuale con la stessa efficacia di una raccomandata con ricevuta di ritorno. E, viceversa, l'imprenditore potrà servirsene per comunicare con qualsiasi pubblica amministrazione o professionista.
L'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa individuale che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda fino all'integrazione con l'indirizzo di posta elettronica certificata, e comunque per 45 giorni; trascorso tale periodo, la domanda si intende non presentata.
Si specifica che attualmente non è possibile comunicare la PEC mediante invio di messaggio di posta elettronica al Registro Imprese.